Jack Kornfield – Come osservare la propria mente

Léa Chvrl, PORTRAIT

Addestrandoci nella presenza mentale impariamo a essere consapevoli dei nostri stati mentali senza lasciarcene intrappolare. Questa capacità di riflessione su se stessi è la chiave della psicologia buddhista. Il Buddha chiede: « In che modo un praticante dimora nell’osservazione degli stati mentali negli stati mentali? » e insegna: « Il praticante prende consapevolezza di quando la mente è tesa e quando la mente è rilassata; (…) il praticante prende consapevolezza di quando la mente contiene odio e di quando la mente contiene amore; (…) il praticante prende consapevolezza di quando la mente contiene preoccupazione e di quando la mente è tranquilla ».

Osservando la nostra stessa mente possiamo notare gli stati mentali che vi predominano, come se notassimo il tempo che fa. Una tempesta può portare pioggia, vento e freddo; analogamente possiamo osservare i grappoli di stati mentali non salutari che ci si presentano nelle giornate difficili: potremo trovare risentimento, paura, rabbia, preoccupazione, dubbio, invidia, agitazione.

Possiamo anche notare gli stati salutari nei periodi in cui ci sentiamo più liberi e aperti: possiamo notare come siano spontanei in noi l’amore, la generosità, la flessibilità, l’agio e la semplicità. Sono stati importanti da notare, perché ci danno fiducia nella nostra bontà originaria, nella nostra « buddhità » innata.

Da Jack Kornfield, il Cuore Saggio, Corbaccio, 2014.

Per approfondire:

letture di Jack Kornfield

presenza mentale

Vuoi ricevere gli aggiornamenti da Zen in the City?

(poi controlla l'email per confermare)
Ora condividi la tua esperienza lasciando un commento, gli altri lettori ne saranno felici!

Il cuore saggio
Autore: Jack Kornfield
Editore: Corbaccio
Data pubblicazione: 13 novembre 2014 (3a edizione)
ISBN: 978-8863808865
In sintesi: In noi c'è un'illimitata capacità di provare amore, gioia, comunione con la vita e felicità. "Il cuore saggio" è una guida alla psicologia buddhista che spiega come risvegliare tale capacità. Concetti e pratiche vengono illustrati da esperienze realmente accadute che ci aiutano a capire come affrontare con saggezza, ricorrendo al nostro stesso coraggio e alla nostra serenità interiore, i conflitti, lo stress, la sofferenza e le diverse situazioni che la vita ci impone. La pratica buddhista ci dà accesso a quella libertà interiore che ci consente di prendere fiducia con la nostra personale, profonda capacità di gentilezza e di saggezza.

[La foto è di Léa Chvrl]
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: