Meditazione della montagna

Foto da Flickr di gnuckx“Rispetto alla meditazione, le montagne hanno molto da insegnare“, ci dice Jon Kabat-Zinn, professore emerito di “mindfulness” e autore di questa bella pratica, che può aiutare a compenetrarci nel momento presente con semplicità e purezza che egli stesso definisce “primordiali”. Troverete in questo articolo un file audio in italiano da scaricare, oltre all’originale in inglese, per praticare da soli questa originale meditazione. È tipica di questo maestro americano, famoso per aver portato la meditazione nella medicina ufficiale, il quale utilizza le semplici tecniche della “mindfulness” (consapevolezza o presenza mentale), quali vie per la guarigione dall’ansia, dallo stress e dal dolore in generale.

La montagna significa molto, per noi. È il luogo in cui Mosé incontra Dio e ne riceve i Comandamenti (Monte Sinai), la sede degli dèi (Monte Olimpo), il simbolo dell’asse originario della Terra (Monte Meru, la montagna sacra della mitologia induista e buddhista).  Il valore della montagna come archetipo rende possibile metterla a confronto con la nostra stessa esistenza. Ed è facile farlo, perché tutti sappiamo cos’è una montagna, e la posizione seduta della meditazione può aiutarci a sentirci come una montagna, ad assumerla come maestra, almeno per un quarto d’ora o mezz’ora.

“La posizione non è importante”, ci dice Kabat-Zinn, “ma la trovo più che mai efficace quando sono seduto a gambe incrociate, in modo che il mio corpo assomiglia e si sente maggiormente simile a una montagna, interiormente ed esternamente. Trovarsi sopra o in vista di una montagna aiuta, ma non è necessario. La fonte dell’energia è l’immagine interiore.

Ed ecco come funziona, in sintesi. Seduti in meditazione, si visualizza una montagna, nel suo insieme e nei dettagli, apprezzandone il carattere solido e imperturbabile, nonostante le molte cose che accadono in lei e attorno a lei. E si prova a sentirsi come lei. È possibile. “Trasformandoci in una montagna, nella nostra meditazione, possiamo penetrare nella sua forza e stabilità e farle nostre, usando le sue energie a sostegno dei nostri sforzi, intesi ad affrontare ogni momento con consapevolezza, equanimità e chiarezza“.

Di seguito troverete, da scaricare, il testo dell’autore, tratto da un suo libro, oltre alla registrazione audio per provare direttamente di persona.

Meditazione della montagna (mp3 – durata 10′ circa)

Mountain Meditation (mp3 – in inglese – durata 20′ circa) – Qui c’è Jon Kabat-Zinn stesso, con la sua voce. Se capite l’inglese, scaricate questo, anziché il mio. Meglio sempre abbeverarsi direttamente alla fonte!

Jon Kabat-Zinn, Meditazione della montagna (pdf) 

Consiglio pratico: clicca sul link col tasto destro del mouse e poi scegli la voce: “Salva destinazione col nome…”

[Ringraziamenti: oltre che Jon Kabat-Zinn, ringrazio l'editore Tea libri, che, suo malgrado, ha fornito il testo. Non me ne voglia, se ho usato materiale protetto da copyright; spero si capisca che questa iniziativa on line è lontanissima da qualsiasi finalità di lucro. Ed anzi credo che invogli chi legge quel testo a comprare il libro. E poi ringrazio Elena e Paola, le persone che mi hanno fatto conoscere Kabat-Zinn come autore]

[La foto iniziale, che rappresenta l'Etna, è di gnuckx.]

Rispondi

  1. grazie,Paolo.
    seguo le tue parole con estremo interesse.
    SONO UNA COSIDETTA”ANZIANA” che si è avvicinata alla meditazione e che seppure agli inizi e con alcuni dubbi, non può fare a meno di confermare a se stessa che la cosa “funziona”.GRAZIE ancora.Adriana.