Rilassamento profondo (e amorevole)

marmottina_2Un classico della meditazione guidata è il rilassamento profondo, una pratica fondamentale per prendersi cura di sé stessi, riposarsi, eliminare lo stress, ristabilire un rapporto armonioso tra la mente e il corpo, tornare al proprio sé. È proprio grazie alla meditazione che possiamo prendere consapevolezza di come sta veramente il corpo, in ogni sua parte, e riservargli l’unico trattamento che si merita: la cura più amorevole possibile. Avevo già pubblicato il rilassamento guidato da Sister Chan Khong, maestra della tradizione di Plum Village (Thich Nhat Hanh). Questa è una versione, in italiano, sempre dalla stessa tradizione, tratta dalla pratica dell’Intersein Zentrum, e registrata in audio apposta per voi lettori del blog.

Una sua caratteristica, che la differenzia da altre forme – come ad esempio lo Shavasana dello yoga – è che si basa su una relazione amorevole, con ogni parte del corpo, improntata ad un atteggiamento di gratitudine. Ci pensiamo mai, ad esempio, che il nostro cuore batte tutto il giorno per noi, incessantemente, per mantenerci in vita? Averne consapevolezza (e l’esercizio aiuta, in questo) ci rende più facile prendercene cura, anche con uno stile di vita adeguato.

In questa registrazione ho incluso anche una musica favorevole al rilassamento, del musicista armeno Djivan Gasparyan, massimo maestro di duduk, uno speciale flauto di legno di albicocco, dal timbro un po’ malinconico, a dire il vero, ma di grande forza spirituale.

Rilassamento profondo guidato (mp3 – durata 20′)

Consiglio pratico: clicca sul link col tasto destro del mouse e poi scegli la voce: “Salva destinazione col nome…”

Ed ecco qui il testo della pratica, per chi volesse eseguirla “dal vivo” nell’ambito di un gruppo, una comunità, un sangha:

Scarica il testo, versione lunga (pdf)

Scarica il testo, versione ridotta (pdf)

[Ringraziamenti: all'Intersein Zentrum, in Germania, per aver messo a punto questa pratica; a Thich Nhat Hanh, per averla ideata; ad Anna Rossi, per avermi passato il testo.]

[La foto iniziale è mia. Il soggetto è la mia maestra Marmottina.]

Altri articoli che potrebbero interessarti:

2 commenti

  1. donatella frediani scrive:

    GRAZIE!

  2. Laura scrive:

    Grazie infinite

Rispondi