Pema Chödrön – Frasi, libri, biografia e testi in italiano

pema chodron

Pema Chödrön (Deirdre Blomfield-Brown) è una delle più importanti figure del buddhismo internazionale, molto popolare per l’acutezza dei suoi insegnamenti e per i suoi libri. Nata a New York nel 1936, ha esercitato per molti anni la professione di insegnante elementare. Negli anni ’70 si è avvicinata al Buddhismo Tibetano ed è stata ordinata monaca a Londra da Rangjung Rigpe Dorj, il 16° Karmapa. Nel 981 è stata la prima donna a essere ordinata monaca nella tradizione del buddhismo Vajrayana.

Negli Stati Uniti, ha studiato col maestro Chogyam Trungpa. Qualche anno dopo la morte di quest’ultimo, è stata nominata direttore del monastero di Gampo Abbey in Canada, primo monastero per studenti occidentali di tradizione Shambala.

Pema è madre di due figli. Il nome Pema Chödrön, che le fu dato durante i suoi studi spirituali, significa “torcia del loto del dharma”, che equivale più o meno a “lampada della verità”.

La veste rossa e gialla di Pema Chödrön è tipica del Buddhismo Tibetano. I monaci e le monache buddhiste, nelle diverse tradizioni, usano abiti colorati con varianti di giallo, arancio, rosso e marrone. Questo deriva dalle prime prescrizioni del Buddha, il quale raccomandava di usare materiali di scarto. Ciò comportava di riutilizzare parti di stoffe di derivazioni diverse e di doverle poi tingere – con infusi di origine vegetale – per rendere il colore uniforme. Lo zafferano era il colorante più facilmente disponibile. Indossare questo tipo di abito è una testimonianza di appartenenza alla comunità (sangha) e della volontà di rinunciare a ciò che non è essenziale.

Testi in italiano di Pema Chödrön

Pema Chödrön – Per meditare servono onestà e il senso dello humour

Fin dall’inizio giova ricordare a noi stessi, sempre, che la meditazione riguarda l’apertura e il rilassamento di fronte a tutto quel che ci si presenta, senza cercare e scegliere. Meditare non significa assolutamente reprimere alcunché, e neppure incoraggia ad afferrare...

Pema Chödrön – Quando ci concentriamo di meno su noi stessi abbiamo meno paura

Quando ci concentriamo di meno su noi stessi, diventiamo più pienamente coinvolti nella nostra vita. Provando sempre meno devozione per il nostro piccolo io egocentrico, diminuendo progressivamente la fedeltà a un’opinione fissa su chi siamo o di che cosa siamo...

Pema Chödrön – Tonglen, significato e istruzioni di una pratica di meditazione contro natura

Il tonglen ribalta la logica abituale di evitare la sofferenza e cercare il piacere. Nel processo, ci liberiamo di modelli antichissimi di egoismo. Iniziamo a provare amore per noi stessi e per gli altri; iniziamo a prenderci cura di noi...

Pema Chödrön – Ci sono tre tipi di pigrizia, tutti da sperimentare

La pigrizia è una caratteristica umana comune. Sfortunatamente inibisce l’energia del risveglio e mina la fiducia in noi stessi e la nostra forza. Ci sono tre tipi di pigrizia: la tendenza alla comodità, la mancanza di forza d’animo e il...

Pema Chödrön – Nei momenti difficili dobbiamo imparare a reagire nel modo opposto a quello a cui siamo abituati

Quando tutto cade a pezzi e percepiamo incertezza, delusione, choc, imbarazzo, quel che rimane è una mente chiara, imparziale e fresca. Eppure non la vediamo. Invece sentiamo il disagio e l’incertezza di essere nella terra di nessuno e amplifichiamo la...

Pema Chödrön – La nostra identità fissa

Lo scopo del percorso spirituale è quello di toglierci la maschera, di sfilarci la corazza. Quando questo accade, si ha l’impressione di una crisi, perché, di fatto, lo è: si tratta della crisi dell’identità fissa. Il Buddha ci ha insegnato...

Libri di Pema Chödrön

Frasi di Pema Chödrön

Una selezione delle frasi, citazioni e aforismi che ci piacciono di più e che sintetizzano in maniera efficace il pensiero di Pema Chödrön.

“Se il mondo ci crolla addosso e siamo sull’orlo di non si sa cosa, la prova che ciascuno di noi deve affrontare consiste nel restare su quell’orlo senza precipitare nel baratro. Il viaggio spirituale non riguarda il paradiso e il raggiungimento finale di un posto meraviglioso.Pema Chödrön, 'Se il mondo ti crolla addosso'
L’aggressione peggiore che ci possiamo infliggere, il danno più importante che possiamo fare a noi stessi, è di rimanere ignoranti, non avendo il coraggio e il rispetto di guardarci onestamente e delicatamente.Pema Chödrön
La differenza tra teismo e nonteismo non è se si crede o non si crede in Dio. . . Il teismo è una convinzione radicata che c’è una mano da tenere: se facciamo solo le cose giuste, qualcuno ci apprezzerà e si prenderà cura di noi. . . Il nonteismo si rilassa con l’ambiguità e l’incertezza del momento presente senza cercare nulla per proteggersi.Pema Chödrön
Tu sei il cielo Tutto il resto – è solo il tempo che fa.Pema Chödrön
Noi pensiamo che il punto sia superare la prova o superare il problema, ma la verità è che le cose non si risolvono per davvero . Si riuniscono e poi cadono a pezzi. Poi si riuniscono nuovamente e nuovamente cadono a pezzi. Funziona così . La guarigione arriva quando si lascia lo spazio perché tutto ciò accada: spazio per il dolore, il sollievo, la sofferenza, la gioia. Quando pensiamo che qualcosa ci farà felici , in realtà non sappiamo cosa succederà. Lo stesso capita quando pensiamo che qualcosa ci farà soffrire.Pema Chödrön, 'Se il mondo ti crolla addosso'
Quando ci proteggiamo in modo da non provare dolore, quella protezione diventa come un’armatura, come un’armatura che imprigiona la morbidezza del cuore.Pema Chödrön, 'Se il mondo ti crolla addosso'
Le scoperte fatte attraverso l’esercizio non hanno nulla a che vedere con il credere in qualcosa, ma piuttosto con il coraggio di morire, il coraggio di morire in continuazione. Le istruzioni sulla consapevolezza o sul vuoto o sul lavorare con l’energia puntano tutte alla stessa cosa: essere esattamente sul posto ci inchioda nel punto del tempo e dello spazio in cui siamo. Quando ci fermiamo lì e non reagiamo, non reprimiamo, non diamo la colpa a qualcun altro, neppure a noi stessi, troviamo una domanda a finale aperto che non ha risposta concettuale.Pema Chödrön, 'Se il mondo ti crolla addosso'