Pema Chödrön – Donare con generosità rende la nostra vita calda e preziosa

donare con generosità

Donare con generosità, per Pema Chödrön, è come intraprendere un viaggio che ci mette in connessione con la preziosità della vita. Ma la vera trasformazione avviene quando lasciamo perdere il nostro attaccamento.

Donare con generosità

La generosità, il viaggio per imparare a dare, è la prima delle sei paramita. Quando ci sentiamo inadeguati e indegni, accumuliamo cose. Abbiamo tanta paura — paura di perdere, paura di sentirci ancora più poveri di quanto già non siamo. L’avarizia è davvero triste. Potremmo guardarvi dentro e versare una lacrima per il nostro arraffare e tenerci strette le cose con così tanto timore. Tutto questo afferrare causa molta sofferenza. Vorremmo ottenere sollievo, ma invece rafforziamo l’antipatia, il senso di colpa e la sensazione di essere un caso disperato.

Le ragioni dell’aggressività e della paura iniziano ad autodistruggersi nel momento in cui superiamo la pochezza del rifiutarsi di dare. L’idea di base della generosità, quindi, è quella di esercitarsi a pensare più in grande, di fare a noi stessi un enorme favore e di smetterla di pensare al nostro interesse. Più sperimentiamo la ricchezza di fondo, più riusciamo a mollare la presa.

Pubblicità

Questa ricchezza di fondo è disponibile in qualsiasi momento. La chiave sta nel rilassarsi: rilassarsi a osservare una nuvola nel cielo, rilassarsi alla vista di un uccellino con le ali grigie, rilassarsi al suono dello squillo del telefono. Possiamo osservare la semplicità nelle cose così come sono. Possiamo sentire gli odori, assaggiare i cibi, provare emozioni e ricordare. Quando siamo in grado di essere lì senza dire “Sono d’accordo con questo” o “Non sono per niente d’accordo con quello”, ma siamo nel qui e ora semplicemente e molto direttamente, è allora che troviamo ovunque la ricchezza di fondo. Non è nostra o loro ma è disponibile sempre per tutti. Nelle gocce di pioggia, nelle gocce di sangue, nell’angoscia e nella gioia, questa ricchezza è l’essenza di ogni cosa. È come il sole che splende su tutti senza discriminazione. È come uno specchio che riesce a riflettere qualsiasi cosa senza approvare o rifiutare.

Il viaggio della generosità ci mette in connessione con questa ricchezza, tenendola così tanto in considerazione da farci provare il desiderio di regalare tutto quel che la blocca. Regaliamo i nostri occhiali scuri, i nostri cappotti lunghi, i nostri cappucci, i nostri travestimenti. In breve, ci apriamo noi stessi e ci lasciamo toccare. Questo si chiama costruire la fiducia nella ricchezza che tutto penetra. A livello quotidiano, ordinario, lo viviamo come flessibilità e calore.

Donare qualcosa di concreto può aiutare le persone. Se c’è bisogno di cibo e siamo in grado di donarlo, lo facciamo. Se serve un tetto, o libri, o medicine, e siamo in grado di darli, lo facciamo. Per quanto possiamo, ci prendiamo cura di chi ne ha bisogno. Nonostante questo, la vera trasformazione avviene quando lasciamo perdere il nostro attaccamento e doniamo ciò che pensiamo di non poter donare. Quello che facciamo a livello esterno ha il potere di smontare schemi profondamente radicati di attaccamento a noi stessi.

Pema Chödrön

Pema Chödrön – Esercizi di meditazione

Trova nel nostro grande archivio di Esercizi di Meditazione quelli consigliati dalla maestra statunitense.

Se il mondo ti crolla addosso. Consigli dal cuore per i tempi difficili

Pema Chodrom, Se il mondo ti crolla addosso
Publisher:
Genre:
N. pagine: 174
A tutti noi capita di attraversare periodi in cui il mondo sembra crollarci addosso e cospirare contro la nostra serenità. Proprio in quei momenti, ci insegna Pema Chödrön, possiamo trovare la nostra natura più vera e, accettando i nostri limiti, rinascere come fenici dalle ceneri di ciò che credevamo di temere.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti da Zen in the City?

Inserisci il tuo indirizzo per ricevere notifiche alla pubblicazione di nuovi contenuti:

(ricordati dopo di cliccare sull’email di conferma)

[La foto su donare con generosità è di Gustavo Fring]

Vuoi salvare questa pagina tra i tuoi Preferiti?
Fai il login o registrati.

Pubblicità