Categoria Esercizio: Pratiche per la vita quotidiana

Meditazioni con i lavori domestici

Il maestro zen Thich Nhat Hanh propone di compiere in piena consapevolezza alcune semplici mansioni della vita quotidiana, proprio come se fossero pratiche di meditazione zen a tutti gli effetti.

Staccare ritornando a casa

Nel viaggio di ritorno a casa dal lavoro, che sia effettuato con mezzi pubblici o privati, la mente entra tipicamente nello stato di default (wandering mind o mente errante), caratterizzato dal vagare da un pensiero all’altro. Questi pensieri sono in...

Preparare il tè con attenzione

Thich Nhat Hanh con questo esercizio propone una versione semplificata e alla portata di tutti dell’antica tradizione zen della cerimonia del tè. Il fine è di sviluppare la presenza mentale e vivere pienamente ogni momento della vita.

Fare il bagno al rallentatore

Azioni semplici della vita quotidiana, come fare il bagno, possono diventare vere e proprie pratiche di meditazione. Per questo il maestro zen Thich Nhat Han suggerisce di farlo molto lentamente.

pranzare al bar meravigliosamente

Pranzare al bar meravigliosamente

Anche mangiare al bar durante la pausa pranzo può diventare una meravigliosa pratica di consapevolezza, se siamo disponibili a osservare in piena presenza mentale ciò che potrebbe apparire scontato.

meditazione della doccia

Meditazione della doccia

La doccia è inoltre un momento prezioso in cui possiamo riunificare mente e corpo, se non pensiamo troppo ad altro. Ed è una circostanza in cui, al cento per cento, ci prendiamo cura di noi stessi. Un momento sacro.

meditazione della pipi

Meditazione della pipì

Quello della pipì è un ottimo momento per meditare. Un’occasione perfetta, anche se breve, che ci consente di realizzare quell’unione di mente e corpo, nella presenza mentale, che è l’essenza stessa della meditazione.

descrivere a se stessi

Descrivere a se stessi

Una pratica molto semplice e interessante è quella di dire a voce alta tutto ciò che sta succedendo, nel preciso momento in cui lo si fa. Cioè parlare da soli, come fanno i matti, secondo il senso comune che abbiamo...