Cos’è lo Zen? Una varietà di cibo

Potrebbero interessarti anche...

4 risposte

  1. addriana ha detto:

    Grazie.Quanto dici mi sembra di riscontrarlo sul volto del mio nipotino di quattro anni,
    quando si accosta al suo cibo.
    Curiosità e serietà e consapevolezza di ciò che sta per accadere.Estraneità,anche per tutto ciò che lo circonda.Poi, depone la forchetta,parla con noi ride gioca con noi,per poi riprendere, con serietà,di nuovo, contatto con il cibo.

  2. Josè Pascal ha detto:

    Navigando fra le onde del web mi sono piacevolmente incagliato in questo bel blog.

    Scrivo per passione con lo pseudonimo di Josè Pascal (figlio del fu Mattia Pascal e Ederì Buendìa discendente del grande colonnello Aureliano Buendía).

    Ti invito a visitare la mia scatola http://parolesemplici.wordpress.com/mytinbox/
    ed eventualmente collaborare.

    Se un giorno vorrai una lettera mi invierai a [email protected]

    buona vita e a presto spero

  3. Giancarla Ceppi ha detto:

    Paolo Sono Giancarla che ora vivo a Torino . Come sai faccio ricorso alle tue guide per la meditazione . Ne avevo salvata una sul mio desk intitolata Meditazione dell’amore e aprendola ho trovato a sorpresa la sigla Amici di Kosen Rufu che sono per l’appunto quelli della Soka Gakkai . Mi sembra una bella invadenza . Fammi sapere per favore . Un caro saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *