Ecco qual è l’unico trucco efficace (e facile) per un postura corretta nella meditazione

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. alessandrogemmiti ha detto:

    Grazie. I suggerimenti sono sempre utili, sia per apprendere che per verificare. Personalmente, ho impiegato diversi anni prima di trovare gli “strumenti” adatti per assumere una buona postura. Ho iniziato da un semplice tappetino orientale (autentico….noblesse oblige…. 🙂 ), per poi passare al panchetto di legno e via, via con varie sperimentazioni. Avendo, inoltre, l’esigenza di trasportare la mia attrezzatura nello zaino quando mi recavo in montagna, questa doveva avere anche doti di leggerezza e trasportabilità per non “uccidermi”. Alla fine credo di aver trovato il giusto compromesso e da diversi anni uso una parte di un materassino a cellule chiuse (quello che si pone sotto i sacchi a pelo nei camping), tanto quanto mi permetta di poggiare sedere e gambe-ginocchia, cui sovrappongo un cuneo di materiale gommoso a varie densità e rivestito di stoffa lavabile (allo scopo ho trovato un manufatto già pronto da acquistare nei negozi che vendono e fabbricano materassi in gomma e/o sintetico. Nella zona di Roma: Resingomma sulla via Tiburtina). Con questo aiuto tecnico, riesco – a 71 anni – ad assumere una buona postura. Siate tutti benedetti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: