Alan Watts – Come riconoscere un vero maestro zen

maestro zen

I maestri zen sono del tutto umani. S’ammalano e muoiono; conoscono la gioia e il dolore; hanno ire e malumori e altre piccole “debolezze” di carattere proprio come ogni altro, e non sono ignari dell’amore né di un rapporto pienamente umano con il sesso opposto. La perfezione dello zen consiste nell’essere perfettamente e semplicemente umani. La diversità dell’esperto di zen dalla categoria comune di uomini sta nel fatto che questi sono – in un modo o nell’altro – in lotta con la propria umanità, e tentano di essere angeli o demoni. Una poesia doka di Ikkyu dice:

Noi mangiamo, espelliamo, dormiamo, e ci leviamo;
Questo è il nostro mondo.
Tutto quel che dopo ci resta da fare –
È di morire.

Da: Alan Watts, La via dello zen, Feltrinelli, 2013.

Per approfondire:

zen

essenza dello zen

essere semplicemente

letture di Alan Watts

Vuoi ricevere gli aggiornamenti da Zen in the City?

Inserisci il tuo indirizzo per ricevere notifiche alla pubblicazione di nuovi contenuti:

(ricordati dopo di cliccare sull’email di conferma)

Alan Watts, La via dello zen, Feltrinelli
ISBN: 978-8807806322
Da un importante premessa, le difficoltà per un occidentale di comprendere una dottrina orientale, passando per la storia, il significato, i principi fino alle applicazioni, Alan Watts fornisce un resoconto quanto mai competente e essenziale dello zen, senza tralasciare il tentativo di trasmettere il significato più puro della filosofia animando la trattazione con immensa passione (da un commento su Google Books)
Zen in the City consiglia caldamente questo libro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: