Stephen Batchelor – La meditazione ci consente di guardare tutto con curiosità e apertura mentale

meditazione

Come forma di sensibilità, la meditazione ci consente di coltivare una comprensione dell’esperienza momento per momento, nello stesso modo in cui sviluppiamo la capacità di apprezzare l’arte, la poesia o la natura.

Radicati nel corpo e nei sensi, valorizziamo un’apertura mentale verso ciò che è inconsueto, esploriamo il nostro sensorio con curiosità instancabile, ascoltiamo attentamente ciò che gli altri hanno da dire, siamo disposti a mettere da parte le abitudini e le opinioni abituali, e investighiamo ciò che sta accadendo invece di dare semplicemente le cose per scontate.

Il distacco della meditazione non è un’ottica distante (o noncurante), ma una prospettiva che genera una risposta diversa verso ciò che accade, e che inizia con il respiro, la nostra relazione primordiale con la struttura del mondo di cui siamo parte integrante.

Da: Stephen Batchelor, “Dopo il buddhismo. Ripensare il dharma per un’epoca laica“, Astrolabio Ubaldini, 2018.

Per approfondire:

curiosità

investigazione

distacco

respiro

letture di Stephen Batchelor

Vuoi ricevere gli aggiornamenti da Zen in the City?

Inserisci il tuo indirizzo per ricevere notifiche alla pubblicazione di nuovi contenuti:

(ricordati dopo di cliccare sull’email di conferma)

Libri di Stephen Batchelor:

Acquista su Amazon.it

[La foto è di Water Alternatives]

Prossimi eventi:

Tutelare le proprie facoltà mentali nell'era degli smartphone
Tutelare le proprie facoltà mentali nell’era degli smartphone
Incontro con Paolo Subioli presso il Centro Italiano Studi Mindfulness
Roma, 12 gennaio 2019

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: