Silvio Anselmo – Il vuoto

odwalker, A cafe

Sul terrazzo mi muovo,
senza scopo mi muovo.
Sto bene. Son solo. Son vuoto.
Però sottile sottile un’ansia è in me.
Perché? Non faccio…Ma penso.
E sento quel vuoto di senso.
Se faccio, non penso
e il vuoto si vuota di sé.
Se penso, m’infilo nel gorgo
affamato e mai sazio.
Che vuole da me? Non so.
Che accolga quel vuoto
con cuore amico, in pace.
Ci provo…chissà…
Ora c’è un vuoto amico.

Da: Silvio Anselmo, “Il viaggio. Desiderio d’infinito – Poesie“, Edizioni La parola, 2014.

T-shirt La mia religione è la gentilezza

Per approfondire:

Vuoi ricevere gli aggiornamenti da Zen in the City?

Inserisci il tuo indirizzo per ricevere notifiche alla pubblicazione di nuovi contenuti:


Ora condividi la tua esperienza lasciando un commento, gli altri lettori ne saranno felici!
[La foto è di odwalker]
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: