La meditazione in azienda si accorda col profitto

Potrebbero interessarti anche...

4 Risposte

  1. bossonimimmo ha detto:

    pienamente d’accordo sul fatto che è davvero bella sintesi e un bel esempio di persona consapevole .

  2. Simona Napolitani ha detto:

    D’accordissimo, l’articolo è davvero chiaro e Niccolò Branca è un bell’esempio di imprenditore illuminato!!! Speriamo che molti in Italia lo seguano!

  3. Gianbattista ha detto:

    Credo che questi interessanti articoli che trattano di consapevolezza e meditazione in azienda siano molto importanti per tutti noi e per i nostri colleghi. Posso suggerirti di aggiungere Linkedin ai siti a cui poter inviare articoli o filmati di questo genere. Il mondo del lavoro ne gioverebbe. Grazie
    per ciò che stai facendo. ???????? Gianbattista

  4. mintorcia ha detto:

    Salve, grazie per aver condiviso questo video. Vedere e sentire usare concetti buddhisti (ie consapevolezza, chiara visione, dharma, etc etc) in un discorso e contesto aziendalista mi rende un po’ scettico. Naturalmente ognuno è libero di usare le parole che vuole per giustificare una propria concezione del mondo, dell’economia e del profitto. Ma vedere affiancati meditazione e profitto dovrebbe quanto meno stimolare un dibattito sul “materialismo spirituale” imperante e sulle reali intenzioni delle persone (Karma). Effettivamente, molte azende usano la meditazione (e molte altre cose) come mezzo per risolvere lo stress degli impiegati e i conflitti aziendali. Niente di male, ma questa visione utilitaristica implica che un “uso” opportunistico della meditazione che non credo sia del tutto autentica. Grazie.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: