Meditazione Mindfulness, perché è vincente

Potrebbero interessarti anche...

4 Risposte

  1. maderu ha detto:

    parliamo anche delle meditazioni “dinamiche” di Osho

  2. Renato ha detto:

    Grazie a Zeninthecity sto trovando un valido aiuto nella mia pratica di Mindfulness.
    Ho trovato utilissime informazioni.
    E’ un blog FANTASTICO!
    Sto cercando di approfondire il tema della MINDFULNESS anche nel mio blog: http://lalucedisperanza.altervista.org/mbsr-prima-settimana/

    Grazie di cuore a Zeninthecity per l’aiuto che mi offre!!!

  3. Giovanna ha detto:

    L’articolo è interessante e stimola ad una riflessione sul rapporto tra ricerca spirituale e il mondo attuale basato sul consumismo, in cui spesso la persona viene confusa con il consumatore.
    La meditazione, che si rivolge ad una ricerca autentica e profonda, non può essere proposta come qualcosa da “consumare”. È anzi l’esatto opposto.
    L’unica utilità della mindfulness è quella di permettere a chiunque, anche chi non si è mai posto problematiche esistenziali o spirituali di alcun tipo, chi non ha mai cercato nemmeno se stesso, di incontrare un primo scalino verso questo tipo di conoscenza. Non è però detto che abbia voglia di proseguire a salire…….

  4. Matelda ha detto:

    Rispondo a Giovanna,ma mi riferisco anche al post complessivo sulla Mindfulness: mi sembra un po’ svalutativo e riduttivo il modo in cui viene trattato l’argomento Mindfulness…
    Si,Giovanna,non è detto che le persone che hanno fatto un MBSR poi vogliano proseguire a salire: ma tu pensi che dovrebbero? Io non lo penso: non penso che dovrebbero.Non penso che la persone dovrebbero fare un percorso che io ritengo buono per me,anche se molti altri lo pensano …
    Se una persona non sente ‘la chiamata’ di una scelta religiosa, o di un lavoro spirituale più alto,o magari appartiene ad un altro credo religioso,o è laica, può utilizzare la Mindfulness per far fronte a momenti di stress fortissimo, usufruirne, ringraziare,e forse essere attratta -o forse no- da altro.
    Questa storia che il consumismo porta ad esperimenti come la Mindfulness non mi torna.
    La Mindfulness deve una riconoscenza infinita alla pratica buddista dalla quale nasce, ma non è la stessa cosa, e tantomeno è una App del buddismo.
    Per mettere a punto i protocolli MBSR,MBCT etc. etc.il lavoro è stato ed è lungo e ricco, con un assestamento dal punto di vista della ricerca psicologica e della efficacia del percorso,e la proposta della Mindfulness non è sovrapponibile alla pratica buddista.
    La Mindfulness ha trovato posto in luoghi dove la pratica buddista non sarebbe entrata, come negli ospedali ad esempio.
    Proporre in un ospedale una pratica religiosa nell’ottica di affrontare la sofferenza è, peraltro, una cosa che a me parrebbe eticamente inaccettabile (il prete in corsia non mi pare buona consuetudine tanto più quando è pagato dai contribuenti di qualunque credo ed appartenenza religiosa siano) e non così utile ed efficace per affrontare il dolore: immagino un medico che dice alla propria paziente:”ci sarebbe un modo per affrontare la tua paura,o il dolore fisico,ma devi diventare buddista o o cristian, o ebrea”…. mentre proporre un protocollo laico di lavoro sullo stress -perché questo è l’MBSR ovvero la parte più importante della Mindfulness- aiutando le persone a trasformare il modo di stare in rapporto con l’esperienza quotidiana e non solo trovo che sia una maniera etica,opportuna, buona di operare (in questo non ravvedo niente di ipocrita: intendo dire che non si tratta di cambiare le parole lasciando intatto il contenuto: quello che c’è di diverso è veramente il fatto di lasciare la libertà di seguire un proprio percorso spirituale facendo un’esperienza psicologica mentale e spirituale che non impegni in strade né cercate né desiderate.
    Dopodiché immagino che Kabat Zinn o Santorelli sarebbero ben felici di portare tutti i loro pazienti o clienti verso la ricerca Buddista,ma questa è un’ altra cosa!
    Personalmente a partire dalla Mindfulness mi sono avvicinata molto alla pratica buddista,ma mi rendo conto che non è la mia strada,con enorme simpatia per i miei amici che invece frequentano il manga di riferimento.Continuo a meditare,fare Corsi di Mindfulness ecc ecc e mi va bene.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: