Jack Kornfield – Avere fiducia in se stessi richiede un mix di coraggio e accettazione

avere fiducia in se stessi

Avere fiducia in se stessi non è facile. Ma per Jack Kornfield il punto di svolta, che può cambiare le cose, è aprirsi alla profonda accettazione della natura caduca, non appagante e insostanziale di tutte le cose.

Non è facile avere fiducia in sé, credere in se stessi: “Qualcun altro deve saperlo meglio; come posso io avere fede nella mia mente tanto confusa, o avida, o collerica?” Abbiamo paura di guardare per davvero. Abbiamo paura del nostro lato nascosto. A volte ci sembra che se non teniamo sottomessi e sotto stretto controllo tutti i peggiori elementi di noi, ne saremo sopraffatti. Immaginiamo che la purezza debba trovarsi da qualche altra parte.

Ma diamo un rapida occhiata al problema: se non affrontiamo direttamente le difficoltà della nostra vita, vogliamo continuare a fuggire? In quale altro modo possiamo realmente imparare a scoprire un cuore compassionevole se non affrontando le forme più violente dell’avidità e della paura, dell’attaccamento, dell’afflizione e del dolore? Da dove provengono tutte queste qualità che giudichiamo tanto severamente? Provengono da un senso di incompiutezza, di fame e di desiderio, che si fonda proprio sull’errore fondamentale dell’esistenza di un sé distinto da ogni altra cosa. Noi, in tal modo, bramiamo ardentemente di gratificare il sé, di dargli piacere, e reagiamo con paura e con ostilità quando esso è minacciato o non ottiene quello che vuole. Questa reazione condizionata si ripete di continuo. Ma nulla di tutto questo è il nostro vero sé. Tutto quello che si manifesta, si fonda sulla nostra illusione di separatezza, e così siamo indotti a cercare una sicurezza che a sua volta si basa su questa illusione.

Pubblicità

Ma quando ci schiudiamo e crediamo alla vera natura delle cose, caduca, non appagante e priva di un sé, si rende possibile tutto un nuovo rapporto con esse. Abbiamo bisogno di coraggio e di fede per guardare a fondo in esso. Riusciamo a scorgere queste tre caratteristiche nella nostra vita, in ogni aspetto della nostra pratica, e a schiuderci a esse? È proprio vedendole che ci risvegliamo. E non c’è nessun sé cui attaccarsi. Noi non siamo separati dalle altre cose, e nulla di noi può essere afferrato. Quando smettiamo di fuggire ciò che si manifesta in ogni istante, la nostra amorevolezza per noi stessi e per il nostro prossimo può finalmente scorrere senza impedimenti. In virtù della nostra attenzione, la brama e l’illusione che oscurano la verità svaniscono, e la nostra vera natura può esprimersi naturalmente e stupendamente. Se ci schiudiamo alla profonda accettazione della natura caduca, non appagante e insostanziale di tutte le cose, potremo raggiungere una sorta di appagamento. Smetteremo, allora, di nasconderci senza nemmeno sapere bene perché. Non ci sarà più la debolezza di sostenere le nostre pretese; non ci sarà più lo sconforto di un infinito bisogno. Al posto di tutte queste cose si avrà, invece, la capacità di accettare e la sapienza che abbiamo ammirato in tante altre sagge persone. E, con assoluta naturalezza, si avrà anche un cuore amorevole e compassionevole. Tutto ciò è la diretta espressione di una vita vissuta in armonia con queste semplici verità.

Il cuore della saggezza. Esercizi di meditazione

Joseph Goldstein, Jack Kornfield, Il cuore della saggezza. Esercizi di meditazione
Un aggiornato sommario di insegnamenti di carattere pratico, che hanno conservato la loro purezza essenziale in un arco di tempo di duemilacinquecento anni, pur attraverso la traduzione in molte lingue e la trasposizione in molte culture diverse. Ogni capitolo è corredato di una specifica appendice di carattere pratico-meditativo, contenente l'indicazione di una serie di esercizi per l'applicazione dei diversi insegnamenti esposti.
Paolo Subioli

Un testo che potremmo annoverare tra i classici, che è un vero e proprio manuale redatto da due tra i più grandi maestri di meditazione vipassana. Per metterlo in pratica serve la vita intera, tanti sono gli spunti che offre!

Vuoi ricevere gli aggiornamenti da Zen in the City?

Inserisci il tuo indirizzo per ricevere notifiche alla pubblicazione di nuovi contenuti:

(ricordati dopo di cliccare sull’email di conferma)

[La foto è di Samson Katt]

Vuoi salvare questa pagina tra i tuoi Preferiti?
Fai il login o registrati.

Pubblicità