Sharon Salzberg – Con i Brahmavihara possiamo scoprire il nostro potenziale

brahmavihara

I brahmavihara (gentilezza amorevole, compassione, gioia compartecipe ed equanimità), per Sharon Salsberg consentono di scoprire il proprio potenziale, che è dato dalla capacità della mente di plasmare la realtà.

Forse la trasformazione più vitale che avviene in noi quando pratichiamo la meditazione e i brahmavihara è il cambiamento della nostra percezione di ciò che è possibile, poiché non siamo più legati alle precedenti idee di limitazione: “Sarebbe meglio non amare più, poiché ho raggiunto il mio limite”. A volte, mi sono meravigliata durante la pratica di meditazione, pensando: “Posso realmente sperimentare tutto questo amore? ”

La pratica meditativa della gentilezza amorevole, della compassione, della gioia compartecipe e dell’equanimità ci aiuta a trovare l’unione con noi stessi e col mondo esterno. Alla fine vediamo che letteralmente non c’è dentro e fuori. Ciò che è uno è semplicemente uno.

Pubblicità

Il nostro potenziale come esseri umani è immenso, vasto, insondabile, la mente è un campo di forze incredibilmente dinamico, potente e pieno di energia. Riconoscere questa realtà è la base per accorgerci che le cose di cui abbiamo cura e le cose che facciamo con la mente sono importanti. Quando pratichiamo i brahmavihara, possiamo fare del bene a noi e a tutti gli esseri. La vita è il nostro strumento artistico e non c’è niente che ci trattenga dal modellarla, eccetto le idee limitate su ciò che è possibile.

Parlare del potere della mente non è negare in alcun modo il dolore causato dalle condizioni materiali esterne. È una cosa terribile vivere in guerra e in povertà, vedere che si sta per essere uccisi, non avere a sufficienza per sfamare se stessi e i propri bambini, non avere medicine per curare le proprie malattie o quelle di un essere amato, ma, allo stesso tempo, è fondamentale continuare ad avere una visione della vita che comprenda l’enorme efficacia della nostra mente sulla realtà.

Da: Sharon Salzberg, L’arte rivoluzionaria della gioia, Astrolabio Ubaldini, 1995.

L’arte rivoluzionaria della gioia. Il potere della gentilezza amorevole e il sentiero verso la libertà

L'arte rivoluzionaria della gioia. Il potere della gentilezza amorevole e il sentiero verso la libertà
Non sottovalutate questo libro. È un manuale semplice e agile per rivoluzionare il mondo partendo dalla propria vita. Dedicato alle 'sublimi dimore' buddhiste, o brahmavihara, e in particolare alla gentilezza amorevole, o mettā, riesce a penetrare il cuore di questa antica pratica.

Paolo Subioli

Questo libro è tra i miei preferiti. Sharon Salzberg è una maestra di lunga esperienza, che sa tirare fuori dagli insegnamenti buddhisti tutta la loro forza rivoluzionaria basata sull’amore.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti da Zen in the City?

Inserisci il tuo indirizzo per ricevere notifiche alla pubblicazione di nuovi contenuti:

(ricordati dopo di cliccare sull’email di conferma)

[La foto è di Pixabay]
Pubblicità