Shunryu Suzuki – Non siate prigionieri della vostra vita indaffarata

È per noi indispensabile mantenere la via costante. Lo Zen non è una forma di eccitazione o agitazione, bensì concentrazione sulla nostra solita ‘routine’ di tutti i giorni. Se vi date troppo da fare, se vi eccitate o agitate troppo, la vostra mente diviene irregolare, tempestosa e logora. Questo non va. Se possibile, cercate di esser sempre calmi e gioiosi, mantenendovi lontani dall’entusiasmo, dall’agitazione. Di solito diventiamo sempre più indaffarati, di giorno in giorno, di anno in anno, specialmente nel nostro mondo moderno. Se ci capita di rivedere i luoghi a noi familiari dopo molto tempo, restiamo stupefatti per i cambiamenti. Non ci si può far nulla. Ma se ci facciamo prendere da qualche eccitazione o agitazione, oppure dal nostro cambiamento, allora rimarremo completamente imprigionati nella nostra vita indaffarata e saremo perduti. Se invece la vostra mente è calma e costante, potete tenervi lontani dai rumori del mondo anche se ci state in mezzo. In mezzo al rumore e al cambiamento, la vostra mente sarà quieta e stabile.

Da: Shunryu Suzuki-roshi, “Mente zen, mente di principiante“, Astrolabio Ubaldini, 1978.

Per approfondire:

Shunryu Suzuki – Frasi, libri e testi in italiano

Mente zen, mente di principiante. Conversazioni sulla meditazione e la pratica zen

Mente zen, mente di principiante. Conversazioni sulla meditazione e la pratica zen
Tratto dai discorsi che Suzuki-Roshi teneva ai propri studenti zen, questo libro è la testimonianza scritta di un grande uomo, il quale, con le sue doti umane di semplicità, dolcezza, calore e umorismo, ha saputo comunicare agli occidentali, in una lingua occidentale, l'intimo significato dello zen, collocandosi così, insieme a Watts, Krishnamurti e Trungpa, fra i protagonisti dell'incontro fra Oriente religioso e Occidente contemporaneo.

Paolo Subioli

È uno dei più importanti testi dei riferimento sulla meditazione. Il concetto di ‘mente di principiante’ è importantissimo e non a caso viene citato dalla maggior parte dei grandi maestri.

[La foto è di George Smyth, Stati Uniti]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *