Thich Nhat Hahn – La Retta Parola porta benessere

retta parola

Retta Parola, secondo Thich Nhat Hanh, è una parola che esprime non discriminazione, perdono, comprensione, sostegno e amore. Riuscire a dire o scrivere qualcosa del genere è liberatorio e risanatore.

La Retta Parola è il terzo elemento del Nobile Ottuplice Sentiero. Ogni volta che dici o scrivi qualcosa – in maniera professionale o personale – dovresti farlo con la consapevolezza della non-discriminazione, della comprensione e della compassione. Quello che dici può risanare te, gli altri e il mondo. Sappiamo che troppa sofferenza è causata dall’erronea parola.

Ci sono quattro linee guida che riguardano la Retta Parola.

Pubblicità
  1. Parlare sinceramente, senza menzogne.
  2. Parlare in maniera coerente, senza dire una determinata cosa a una persona e qualcosa di diverso a un’altra.
  3. Parlare rispettosamente, senza insultare.
  4. Parlare accuratamente, senza esagerazione. A quel punto stiamo praticando la Retta Parola.

Quando hai il Retto Pensiero sai come avere la Retta Parola. Sai che la persona che ami è impermanente, la sua mente è impermanente e il suo corpo anche. Eppure nella vita quotidiana presumi che sia permanente, quindi la dai per scontata. Retto Pensiero significa che sai che lei è impermanente. Con questa saggezza non ti arrabbierai, cercherai di fare e dire le cose in modo diverso. Quindi non parlare bruscamente affermando: «Lui/lei mi ha tradito». Di’ invece: «Oh, vedo che la colpa della situazione è in parte mia» o «Sono responsabile di non avere gestito bene quella situazione» e così via. A quel punto hai la Retta Parola.

Immagina di sederti a scrivere una lettera colma di perdono e compassione. Mentre la scrivi stai risanando te stesso. Anche se l’altra persona non l’ha ancora letta, il mondo intorno a te comincia a risanarsi. Puoi praticare la Retta Parola quando mandi un’email, ed essa può alleviare subito la sofferenza dentro di te e la sofferenza nell’altra persona. Perché aspettare? Possiamo sempre praticare la Retta Parola per risanare noi stessi, per riconciliarci con noi stessi e con il mondo.

Retta Parola è una parola che esprime non discriminazione, perdono, comprensione, sostegno e amore. Sappiamo che quando riusciamo a dire o scrivere qualcosa del genere ci sentiamo magnificamente. È così liberatorio e risanatore, arreca sollievo. La Retta Parola porta benessere. Qualsiasi cosa contenga discriminazione, odio e il desiderio di punire, farà soffrire noi e gli altri.

Le quattro verità dell’esistenza

Thich Nhat Hanh - Le quattro verità dell'esistenza
In questo libro Thich Nhat Hanh si rivolge ai cittadini di ogni tradizione, cultura e religione per porre le basi di una rinnovata etica capace di traghettare l'umanità verso un mondo di pace e di condivisione della ricchezza, in grado di superare le divisioni per vivere in totale armonia. Attraverso pratici esercizi di mindfulness ed esempi tratti dalla vita del Buddha, il monaco vietnamita indica un percorso interamente basato sulle Quattro nobili verità del buddismo.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti da Zen in the City?

Inserisci il tuo indirizzo per ricevere notifiche alla pubblicazione di nuovi contenuti:

(ricordati dopo di cliccare sull’email di conferma)

[La foto è di Karolina Grabowska, Polonia]
Pubblicità