Quando tutto sembra perduto, quando ci si sente rifiutati e incompresi, può arrivare quel momento, celebrato da questa poesia, in cui è possibile abbandonarsi all’abbraccio dell’equanimità.

Solitudine

Anch’io ho conosciuto la solitudine.
Anch’io ho saputo cosa significa sentirsi
incompresi,
rifiutati e improvvisamente
per niente belli.
Oh, madre terra,
il tuo conforto è grande, le tue braccia non si trattengono mai.
Mi ha salvato la vita sapere questo.
I tuoi fiumi scorrono, le tue rose si aprono al mattino.
Oh, moti di tenerezza!

Loneliness

I too have known loneliness.
I too have known what it is to feel
misunderstood,
rejected, and suddenly
not at all beautiful.
Oh, mother earth,
your comfort is great, your arms never withhold.
It has saved my life to know this.
Your rivers flowing, your roses opening in the morning.
Oh, motions of tenderness!

Poesia di Mary Oliver pubblicata la prima volta in Blue Horses (2014), poi in “Devotions: The Selected Poems of Mary Oliver, Penguin Books.

Chi è Mary Oliver

Mary Oliver (1935 – 2019) è stata una poetessa statunitense di successo, vincitrice del Premio Pulitzer. Intensa e gioiosa osservatrice del mondo naturale, Mary Oliver viene spesso paragonata a Walt Whitman e Henry David Thoreau. La sua opera viene considerata uno dei punti più elevati della poesia consacrata alla natura. Coi suoi lavori ha aperto molte strade per la presa di coscienza della crisi ambientale.

[La foto sulla poesia Solitudine di Mary Oliver è di Rafael Barros, Brasile]

Vuoi ricevere gli aggiornamenti da Zen in the City?

Inserisci il tuo indirizzo per ricevere notifiche alla pubblicazione di nuovi contenuti:

(ricordati dopo di cliccare sull’email di conferma)

Prova uno dei nostri esercizi sull’equanimità:

Gli Esercizi di Meditazione sono riservati agli iscritti di livello Praticante e Contemplante.