La rete di Indra rivela il segreto dell’universo

Potrebbero interessarti anche...

5 Risposte

  1. annafelice ha detto:

    Questo articolo sulla rete è magnifico: chiaro e penetrante

  1. 23 Febbraio 2018

    […] ultima. Sapendo che ogni cosa dell’universo è connessa a qualsiasi altra tramite una fitta rete di relazioni, vicino e lontano sono solo delle pure convenzioni. So che può sembrare un’affermazione un […]

  2. 25 Giugno 2018

    […] per illuminare una grande porzione di buio. E in un’altra immagine buddista, quella della rete di Indra, si descrive che se una delle intersezioni della rete brilla, essa espande la sua luce in tot […]

  3. 9 Dicembre 2018

    […] Ritorniamo indietro nel tempo: anni 30-40 del secolo scorso. Il grande fisico Wolfgang Pauli, amico di Carl Gustav Jung, generalizzò la nozione di sincronicità, congetturando l'esistenza di un elemento psichico nella regolazione dell'evoluzione biologica su questo pianeta. È evidente che ciò è in stridente contraddizione con il pensiero di Monod, giacché quest'ultimo invoca solo ed eslcusivamente il determinismo fisico, traducendolo in una sorta di determinismo genetico, ampiamente confutato dalle teorie del caos. In realtà, il pensiero di Pauli richiama quello di Maturana-Varela e in ultima istanza, di Wiener. Nel moderno linguaggio delle neuroscienze, il predetto elemento psichico, altro non è che una rete neurale che, metaforicamente, potrebbe richiamare l'antico mito buddhista della rete di indra. […]

  4. 17 Dicembre 2018

    […] e il nostro smartphone sta lì a ricordarcelo. Siamo parte di un universo che è come una grande rete di Indra, fatta di un numero infinito di perle ciascuna delle quali riflette tutte le altre. Mentre […]

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: