I Sutra più importanti da conoscere – Significato e traduzione

Sutra (centro Avalokita)

Significato dei Sutra

Il termine Sutra, nelle tradizioni letterarie indiane, si riferisce a un aforisma o a una raccolta di aforismi nella forma di un manuale o, più in generale, a un manuale o testo condensato. I Sutra possono essere considerati un genere letterario indiano, appartenente agli ambiti dell’induismo, del buddhismo e del giainismo.

Nel buddhismo, i sutra, noti anche con il termine in lingua pali “sutta“, sono scritture canoniche, ovvero testi di carattere normativo. Molti dei sutra sono considerati registrazioni degli insegnamenti orali del Buddha Gautama, il Buddha storico. I diversi Sutra sarebbero stati redatti poco dopo la morte del maestro dai suoi discepoli, in particolare Ananda, per evitarne distorsioni. Caratteristica dei Sutra buddhisti è di non essere aforistici, cioè presentati sotto forma di brevi frasi. Spesso sono abbastanza dettagliati, a volte con molte ripetizioni.

La più importante e più antica raccolta di Sutra è costituita dal Canone Pali o Tipiṭaka (“tre canestri”). Il Canone Pali è alla base del buddhismo Theravada, ma è un punto di riferimento anche per altre tradizioni.

I Sutra più importanti sono:

  • il Sutra del Loto, uno dei testi più importanti nell’enorme corpus della letteratura del Buddhismo Mahāyāna, che è anche il punto di riferimento di diverse scuole, tra cui il buddhismo Nichiren (Soka Gakkai);
  • il Sutra del Diamante, che fa parte del gruppo della Prajñāpāramitā, popolare nel buddhismo Mahāyāna e noto anche con la sua traduzione dal sanscrito, “Sutra del Diamante che recide l’illusione”;
  • il Sutra del Cuore, anch’esso parte del gruppo della Prajñāpāramitā, molto conosciuto e diffuso nei paesi di tradizione mahāyāna per la sua brevità e densità di significato;
  • il Sutra sui quattro fondamenti della consapevolezza (Satipatthana Sutta), che è considerato il testo di riferimento della tradizione Vipassana;
  • il Sutra sulla Piena Consapevolezza del Respiro (Anapanasati Sutta), che contiene le più dettagliate istruzioni per la meditazione di tutto il Canone Pali.

In questa sezione troverai i testi completi di questi e di altri Sutra tra i più significativi e utili per la propria pratica quotidiana di meditazione,

Sutra – Traduzioni in italiano

Discorso sulla sestupla sestina (Chachakka Sutta)

Questo ho sentito. Una volta il Sublime dimorava presso Sâvatthî, nella Selva del Vincitore, nel parco di Anâthapindiko. Là il Sublime si rivolse ai monaci: “Vi esporrò la dottrina buona nel principio, nel mezzo, nella fine, nel senso e nella...

Il Tutto (Sabba Sutta)

“Monaci, vi insegnerò il Tutto. Ascoltate e prestate attenzione. Io parlerò.” “Come vuole, signore”, i monaci risposero. Il Benedetto disse: “Che cos’è il Tutto? Semplicemente l’occhio e le forme, l’orecchio e i suoni, il naso e gli aromi, la lingua...

Discorso sull’Amore (Metta Sutta)

Coloro che vogliono ottenere la pace dovranno praticare l’integrità, l’umiltà e la capacità di esprimersi con parole amorevoli. Sapranno condurre una vita semplice e felice, in piena calma, senza essere avidi e senza lasciarsi trascinare dalle passioni dei più; e...

Il sermone del fuoco (Adittapariyaya sutta)

Così ho sentito. Una volta il Beato soggiornava presso Gaya, sul colle Gayasisa, insieme a mille monaci. Ivi rivolgendosi ai monaci disse: “Monaci, tutto brucia! E cosa brucia, o monaci? La vista brucia, o monaci, le forme ed i colori...

Sutra sui quattro fondamenti della consapevolezza (Satipatthana Sutta)

Sezione prima Udii queste parole del Buddha a Kammassadharma, una città del popolo dei Kuru. Il Buddha si rivolse ai bhikkhu: “O bhikkhu”. I bhikkhu risposero: “Venerabile Signore”. Il Buddha disse: “Bhikkhu, c’è una via meravigliosa per aiutare gli esseri...

Sutra del Cuore (Prajnaparamita) – La traduzione di Thich Nhat Hanh

Il maestro zen Thich Nhat Hanh ha completato questa traduzione in inglese del Sutra del Cuore l’11 settembre 2014, poche settimane prima di essere ricoverato in ospedale. Il testo è destinato a essere utilizzato sotto forma di canto nella pratica...

Discorso sul non Sé (Anattalakkhana Sutta)

Una volta, il Bhâgavat soggiornava al parco dei Daini, ad Isipatana, vicino a Bénarès. Il Bhâgavat si rivolse così ai cinque monaci e disse: “La forma, monaci, non è il Sé. Se la forma fosse il Sé, monaci, la forma...

La freccia o ‘discorso delle due frecce’ (Sallatha Sutta)

Monaci, una persona ordinaria senza istruzione prova delle sensazioni piacevoli, dolorose e neutre. Un discepolo istruito dalle nobili persone prova anche lui delle sensazioni piacevoli, dolorose e neutre. Allora, quale differenza c’è tra i discepoli istruiti dalle nobili persone e...

Discorso sul superamento dei pensieri dannosi (Vitakkasanthâna Sutta)

Questo ho sentito. Una volta il Sublime soggiornava presso Sâvatthî, nella Selva del Vincitore, nel giardino di Anâthapindiko. Là il Signore si rivolse agli uomini: “Chi tende all’alto, monaci, deve di tempo in tempo tenere presenti cinque specie di idee....

Discorso di Sedaka sull’acrobata (Sedaka Sutta)

Un tempo il Benedetto soggiornava presso i Sumbha, in una loro città chiamata Sedaka. Ivi il Benedetto si rivolse ai monaci dicendo: “Un tempo, monaci, un acrobata che si esibiva con l’asta di bambù, dopo aver innalzato l’asta, si rivolse...

Sutra sulla Piena Consapevolezza del Respiro (Anapanasati Sutta)

Ho udito queste parole del Buddha una volta che si trovava a Savatthi, nel Parco Orientale, con molti discepoli conosciuti ed esperti, tra i quali Sariputta, Mahamoggallana, Mahakassapa, Mahakaccayana, Mahakotthita, Mahakappina, Mahacunda, Anuruddha, Revata e Ananda. I bhikkhu anziani della...

Sutra sulla Via di Mezzo

Ho udito queste parole del Buddha una volta in cui il Signore si trovava nel rifugio della foresta del distretto di Nala. A quel tempo, il Venerabile Kaccayana venne a fargli visita e gli chiese: “Il Tathagata ha parlato della...

Metta Sutta (le parole del Buddha sulla gentilezza amorevole)

Ecco quanto dovrebbero fareColoro che sono versati nel realizzare il beneE che conoscono il cammino della pace:Siano abili e giusti,Franchi e gentili nel parlare,Umili e non presuntuosi,Contenti e facilmente soddisfatti,Liberi da preoccupazioni e frugali nei loro bisogni.Pacifici e calmi,saggi e...

Discorso sul modo migliore per vivere soli (Bhaddekaratta Sutta)

Ho udito queste parole del Buddha una volta che il Signore dimorava nel monastero del boschetto di Jeta, nei pressi della città di Sàvatthi. Chiamò a sé tutti i monaci e li istruì: “Monaci!” E i monaci risposero: “Siamo qui”....

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *