Il Tutto (Sabba Sutta)

sabba suta il tutto

“Monaci, vi insegnerò il Tutto. Ascoltate e prestate attenzione. Io parlerò.”

“Come vuole, signore”, i monaci risposero.

Il Benedetto disse: “Che cos’è il Tutto? Semplicemente l’occhio e le forme, l’orecchio e i suoni, il naso e gli aromi, la lingua e i sapori, il corpo e le sensazioni tattili, la mente e gli oggetti mentali. Questo, monaci, è chiamato il Tutto. Qualcuno potrebbe dire: ‘Ripudiando questo Tutto, io ne descriverò un altro’; se fosse interrogato sul significato della sua asserzione, sarebbe incapace di spiegare, ed inoltre, sarebbe afflitto. Perché? Perché va oltre la sua conoscenza.”

Pubblicità

Testo tratto da canonepali.net.

Per approfondire:

sensi

Sutra – I più importanti testi della tradizione buddhista

[La foto è di Daniel Thürler]

Pubblicità