Taggato: alberto cortese

0

Allo specchio o alla finestra: 2 modi di meditare

Indipendentemente dalla scuola o disciplina che si segue, ci sono due tipici di meditare: mettersi davanti allo specchio o affacciarsi alla finestra. Sono simili nell’apparenza, ma molto diversi nella sostanza

2

Meditazione guidata di amore per se stessi

Questa meditazione guidata di amore per se stessi è una pratica molto potente ed efficace, ma anche un’ottima e chiara sintesi degli insegnamenti buddhisti. Questi ultimi ci spiegano che l’amore per se stessi è il presupposto irrinunciabile non solo della...

4

Come meditare: rimanere immobili, ecco perché

Quando si impara come meditare si acquisisce presto dimestichezza con la pratica e si tende a trascurare un aspetto importante, specie nella meditazione Vipassana: la necessità di rimanere immobili. Non semplicemente fermi, ma proprio immobili. Nella meditazione la tecnica ha...

1

Come si fa la meditazione vipassana

La vipassana è una delle forme di meditazione più tipiche del nostro tempo, nonostante le origini molto antiche. Questa pratica si svolge con modalità molto simili rispetto ad altre forme di meditazione: tipicamente in posizione seduta, con gli occhi chiusi...

4

Natale con il Buddha

Cosa centra il Buddha col Natale? Considerando il senso di questa festa cristiana in un’accezione ampia, al di là dello specifico fatto storico e significato religioso della nascita di Gesù, possiamo non solo individuare un parallelismo significativo, ma anche capire perché...

1

Come morire e poi risorgere con la meditazione

È Pasqua e possiamo anche noi morire e poi risorgere, come fece Gesù Cristo 2.000 anni fa? Certo che sì, ed è possibile proprio grazie alla meditazione. Nella nostra vita quotidiana siamo completamente presi da pensieri riguardanti il passato o...

1

Vedere direttamente è la luce della scoperta

“Io non penso più in termini di fare esperienza. Le cose accadono semplicemente. La pioggia batte leggera. Il cuore pulsa. C‘è il respiro, dentro-fuori, dentro-fuori, dentro-fuori. C‘è l‘ascolto silenzioso, l‘apertura . . . il vuoto . . . il niente”....

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: