Taggato: letture di Jack Kornfield

Jack Kornfield – Ci sono 2 modi per osservare i pensieri

La psicologia buddhista ci aiuta a lavorare con i pensieri in due modi importanti: primo, ci insegna a riconoscere il contenuto dei nostri pensieri. Secondo, ci insegna a riuscire a scioglierci dai loro intricati legami. Esaminando il flusso dei pensieri...

Jack Kornfield – Perché non bisogna credere ai propri pensieri

Quando osserviamo il processo costante e ripetitivo della nostra attività di pensiero vediamo quanto abitualmente quel processo generi un senso di « io » e « l’altro ». Lo sciamano Yaqui Don Juan insegnava al discepolo Carlos Castaneda: « Parli...

Fetmano, Jarkko - Finnish Midsummer faces

Jack Kornfield – Il metodo per coltivare la salute mentale

Un amico mandò Dennis, agente immobiliare, a praticare in un corso di meditazione allo Spirit Rock Center. Dennis era un uomo attraente che si avviava verso la quarantina; aveva anche lui i suoi elenchi personali, avendo appena rotto con la...

Saskia Jansen, Jump for Joy

Jack Kornfield – Come decidere se stare bene o stare male

Lama Yeshe diceva: « Per diventare lo psicologo di te stesso non devi studiare chissà quale grande filosofia: ti basta esaminare la tua mente ogni giorno. In fondo esamini già tutti i giorni le cose materiali, controlli ogni mattina se...

Léa Chvrl, PORTRAIT

Jack Kornfield – Come osservare la propria mente

Addestrandoci nella presenza mentale impariamo a essere consapevoli dei nostri stati mentali senza lasciarcene intrappolare. Questa capacità di riflessione su se stessi è la chiave della psicologia buddhista. Il Buddha chiede: « In che modo un praticante dimora nell’osservazione degli...

Mathieu HERVOUET, Think

Jack Kornfield – Come assaporare il gusto della presenza mentale

Quando ci mettiamo a indagare su chi sia consapevole possiamo anche sentirci confusi, all’inizio, come un pesce che cerca l’acqua. Scopriamo che non c’è nulla di solido, nessuno che sta percependo. È una scoperta meravigliosa. La presenza mentale non ha...

Z S, together

Jack Kornfield – Provare compassione è troppo facile per noi

Dal punto di vista della psicologia buddhista, la compassione è naturale: deriva dalla nostra interconnessione, che il buddhismo chiama « interdipendenza ».* È facile coglierla nel mondo fisico: nel grembo, ogni bambino è interdipendente con il corpo della mamma; se...

Jack Kornfield – La libertà interiore va risvegliata

Se non ci concentriamo sui limiti e sulle patologie dell’essere umano, qual è l’alternativa? L’alternativa è la convinzione che l’uomo può essere libero, in ogni circostanza. Gli insegnamenti buddhisti lo esprimono così: « Proprio come i grandi oceani hanno un...