Taggato: letture di stefano bettera

Foto: Grand Rapids Center for Mindfulness

Stefano Bettera – La differenza tra mindfulness e meditazione buddhista

Oggi si sente parlare molto del fenomeno della mindfulness. Qualcuno sostiene anche che il futuro del Buddhismo nel mondo moderno, globalizzato, sia appunto rappresentato da questa disciplina laica come sua diretta evoluzione. Occorre però fare un po’ di chiarezza. È...

European Parliament, Participants during one of the workshops

Stefano Bettera – Ascoltare gli altri per migliorare se stessi

Parlare e ascoltare, sebbene sembrino azioni diverse, in realtà sono come due anelli della stessa catena: infatti, esaminare come si parla vuol dire anche esaminare come si ascolta. Avere la capacità di fermarsi ad ascoltare è davvero fondamentale perché nelle...

Georgie Pauwels, Dinner for One

Stefano Bettera – Mangiare e parlare in modo consapevole

Tutti trascorriamo una parte piuttosto rilevante della nostra vita seduti a tavola. Anzi, il più delle volte, mentre siamo seduti con un piatto di pasta davanti agli occhi, siamo dovunque fuorché lì. Soprattutto, preparare un pasto richiede arte, conoscenza. Come...

Stefano Bettera – I metodi per essere gentili con se stessi

Abbiate fiducia nella vostra capacità di sviluppare consapevolezza. Gautama stesso [il personaggio storico meglio noto come Buddha] adattò il proprio modo di insegnare, tenendo migliaia di discorsi diversi secondo chi si trovava di fronte. Perché sapeva benissimo che non solo...

Stefano Bettera cielo

Stefano Bettera – Siamo troppo abituati al cielo

È davvero curioso vedere come la nostra mente applichi a ogni espressione un atteggiamento giudicante e separativo e filtri ogni concetto, ogni parola, per metterlo a posto in una casellina del cervello. Ma l’idea che la vita sia solo sofferenza...

Stefano Bettera – Ascoltare i suoni senza disturbarli

Ajahn Sumedho, un monaco buddhista Theravada americano della tradizione della Foresta, racconta che quando si trovava in Thailandia nel monastero del suo maestro Ajahn Chah, continuava a lamentarsi perché durante le sedute di meditazione veniva disturbato o da un canto...