Taggato: non attaccamento

nulla di cui preoccuparsi

Alan Watts – Non c’è nulla di cui preoccuparsi

I sensi umani percepiscono solo una banda molto ristretta nello spettro delle lunghezze d’onda conosciute. Ma se subissero qualche tipo di alterazione vedremmo un mondo dall’aspetto piuttosto diverso. Esiste un numero infinito di frequenze vibrazionali: mondi all’interno di mondi, all’interno...

Charlotte Joko Beck – Essere dove siamo è perfetto

“Dall’albero secco sboccia un fiore”. O, in linguaggio biblico: “Ciò che tu semini non prende vita se prima non muore”. La pratica è un lento morire, passo dopo passo, disidentificandoci gradualmente da tutto ciò a cui siamo aggrappati. Se manteniamo...

Charlotte Joko Beck – Saper rinunciare ci porta alla perfezione

Suzuki Roshi ha detto che: “La rinuncia non consiste nel lasciare le cose di questo mondo, ma nell’accettare che se ne vadano”.  Tutto è impermanente, prima o poi se ne va. La rinuncia è la condizione di non attaccamento, l’accettazione...

desiderio

Jack Kornfield – Ecco quando il desiderio ci rende liberi

I desideri salutari ci permettono di alimentarci e vestirci e prenderci cura di noi stessi, di accudire il nostro corpo e i nostri figli, dì sviluppare il nostro lavoro e la nostra comunità. I desideri salutari si associano alla cura,...

Fatimeh Nadimi, Poverty

Charlotte Joko Beck – La rinuncia non serve

Consideriamo il concetto di ‘rinuncia’. È sensazione comune che, per incominciare una nuova vita, dobbiamo rinunciare a quella vecchia. A che cosa si rinuncia? Si rinuncia al mondo materiale, così come lo concepiamo, o al mondo del pensiero e delle...

Charlotte Joko Beck – Vincere l’ansia con il ‘non sé’

Vincere l’ansia con il “non sé” Il nostro sforzo costante è di passare dall’infelicità alla felicità, trasformare una vita di lotta in una vita di gioia. Le due cose però non si equivalgono: passare dall’infelicità alla felicità non è come...

0

Jon Kabat-Zinn – Ecco l’attaccamento dal quale dobbiamo liberarci

È benefico e liberatorio permetterci di riconoscere quanto sia impersonale, in realtà, il processo della vita e con quanta prontezza invece noi tendiamo a reificarla, a farne una questione personale in termini assoluti, e poi a restare bloccati all’interno dei...

0

Thich Nhat Hanh – Perché non vogliamo diventare dei Buddha

Il maestro Linji insegnava che, se aspettiamo che sia il Buddhadharma* a presentarsi a noi, possiamo aspettare a lungo senza conseguire nulla. Se ci aspettiamo qualcosa, guarderemo con troppa insistenza e non otterremo nulla. Un Buddha non si aspetta di...