Taggato: presenza mentale

Mathieu HERVOUET, Think

Jack Kornfield – Come assaporare il gusto della presenza mentale

Quando ci mettiamo a indagare su chi sia consapevole possiamo anche sentirci confusi, all’inizio, come un pesce che cerca l’acqua. Scopriamo che non c’è nulla di solido, nessuno che sta percependo. È una scoperta meravigliosa. La presenza mentale non ha...

1

I 2 modi possibili di attraversare un parco

Ci sono 2 modi possibili di attraversare un parco pubblico in città. Uno è con la testa occupata dai soliti pensieri, ripetitivi, rivolti al passato e al futuro, spesso portatori di stati mentali negativi come ansia o rabbia. L’altro invece…

0

Un futuro è possibile

Un futuro è possibile, dice il maestro zen Thich Nhat Hanh. Possiamo dimostrarlo vivendo in modo consapevole ogni azione della nostra vita quotidiana e generando così elementi positivi

Jon Kabat-Zinn – Un po’ di silenzio, per favore!

« Non riesco a sentire neanche i miei pensieri! » Vi è mai capitato di sbottare con una frase del genere? Di solito viene fuori per frustrazione, stiamo cercando di concentrarci. e nella stanza c’è un gran fracasso. Significa qualcosa...

0

Jon Kabat-Zinn – Perché è così difficile ascoltare la pioggia

Stamattina la pioggia è così forte, così insistente, così in primo piano che l’attenzione ci rimane sopra da sola senza sforzo. L’esperienza del suono, in questo momento, l’ha avuta vinta sulla mente concettuale. Non è sempre così, di solito non...

3

Così pc e smartphone ci portano via lontano

Basta un breve viaggio in treno per rendersi conto di cosa stia succedendo a noi esseri umani. I dispositivi digitali – come computer, tablet e smartphone – sono diventati inseparabili appendici del nostro corpo, che ci consentono di essere perennemente...

0

Thich Nhat Hanh – Meditazione del mandarino

“Bambini, dopo avere sbucciato un mandarino, potete mangiarlo con consapevolezza o distrattamente. Cosa significa mangiare un mandarino con consapevolezza? Mangiando un mandarino, sapete che lo state mangiando. Ne gustate pienamente la fragranza e la dolcezza. Sbucciando il mandarino, sapete che...

0

Pema Chödrön – Abbracciare la totalità della propria esperienza

Con l’impegno a non arrecare danno, abbandoniamo l’abitudine a reagire in modi che ci procurano sofferenza, ma non siamo ancora arrivati in un luogo che percepiamo come perfettamente libero e rilassato. Prima dobbiamo svolgere un processo di crescita, di acquisizione...

0

Sutra sui quattro fondamenti della consapevolezza (Satipatthana Sutta)

Sezione prima Udii queste parole del Buddha a Kammassadharma, una città del popolo dei Kuru. Il Buddha si rivolse ai bhikkhu: “O bhikkhu”. I bhikkhu risposero: “Venerabile Signore”. Il Buddha disse: “Bhikkhu, c’è una via meravigliosa per aiutare gli esseri...

1

Perché troppe seghe mentali ci rendono ciechi

Le “seghe mentali” sono una metafora un po’ grezza ma molto efficace, inventata dallo scrittore Giulio Cesare Giacobbe, per indicare quella continua attività mentale che ci caratterizza un po’ tutti e che per lo più si svolge a vuoto, senza portare mai ad...