Lo sfondo che prova a renderti più felice

Potrebbero interessarti anche...

4 risposte

  1. massimo ha detto:

    Caro Paolo,
    penso valga lo stesso per molti amici lettori uomini…

    • paolosub ha detto:

      Sì, sono d’accordo, infatti c’è anche la calligrafica con la scritta al maschile.
      Anzi, se qualcuno c’è l’avesse, la potrebbe digitalizzare e condividere.
      Personalmente mi è capitato di sentire molte più donne, con questo ostacolo della scarsa autostima, ma forse è solo perché, tra chi pratica la consapevolezza, il sesso femminile è decisamente prevalente.

  2. Manuela Baroncini ha detto:

    Poco fa sono incappata in una vignetta del New Yorker che mi ha fatto immediatamente pensare, per opposizione, alla calligrafica con la frase di Thich Nhat Hanh. Due donne in una toilette per signore, una – meno coperta – con un vestitino più vezzoso e l’altra che le dice: “Adoro il tuo corpo! Dove l’hai preso?” come fosse un accessorio di abbigliamento. Efficace no? Grazie, Paolo.

  3. irene simionati ha detto:

    Bei penzieri de la filosofia zen, sono dacordo, pure io trato di pensare cossi e abastanza tempo che practico il yoga, e molte cosse ano cambiato in la mia vita, cambiato dentro di me e pure cuello che cambia in me pian pianino cambia il mio intorno, lo fa piu piacievole e se no lo e tanto, o imparato a acetarlo, a acomodarmi a lui, e, se e tropo pesante e brutto mi alontano.
    Scusate l’sbali di ortografia, sono italiana e vivo in Argentina da che ero picolina, 4 anni, e cossi che non o imparato a scriverlo bene.
    Ringrazio a Dio e a voi che esisyono cueste organizasioni, speriamo che arivono a piu gente posibe.
    Miei salutti e rispeti, a ritovarci via internet.
    Irene Simionati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *